Site icon Global Science

Le novità di Kerbal Space Program 2, il videogame per vivere missioni spaziali

Arrivano nuovi dettagli sull’atteso sequel di Kerbal Space Program, videogame di simulazione spaziale, considerato uno tra i migliori giochi di sempre per pc.

Per chi non lo conoscesse, Ksp permette di costruire razzi e pilotarli in maniera estremamente realistica, dalla rampa di lancio fino all’obiettivo. Lo scopo è di riuscire a uscire dall’atmosfera del pianeta Kerbin, un mondo molto simile al nostro e raggiungere nuove destinazioni. Si possono creare stazioni spaziali, portare sonde e satelliti in orbita, rover o astronauti su lune e pianeti ed esplorare tutto il sistema planetario.

La versione 2 promette l’introduzione di nuove tecnologie propulsive annunciate dalla Private Division in un trailer costruito a mo’ di mini-documentario. Come la propulsione nucleare, testata nel anche nel mondo reale ma mai sdoganata per via dei possibili rischi connessi alla radiazioni. O l’idrogeno metallico, un carburante teorico due volte più potente di quello chimico e ancora le navi-torcia descritte nella nota serie tv The Expanse, immaginari veicoli spaziali nati dalla fantasia di Robert Heinlein in grado di raggiungere velocità prossime a quella della luce trasformando massa in energia.

Non c’è ancora una data di uscita del sequel ma un aspetto sembra già entusiasmare la community di Ksp: più grandi saranno i razzi tanto più spettacolari saranno le esplosioni. E il trailer sembra dar loro ragione.

Exit mobile version