Site icon Global Science

Imap: la Nasa sceglie SpaceX

La Nasa ha fatto sapere di aver selezionato SpaceX per il lancio, nel 2024, della prossima missione scientifica Interstellar mapping and acceleration probe (Imap). 

Imap è parte del programma Solar terrestrial probe, ed è stata selezionata dalla Nasa nel 2018. Il suo obiettivo sarà studiare il confine dell’eliosfera con lo spazio interstellare e misurare i raggi cosmici, opererà a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, nel punto L-1 Lagrange.

Il lancio, che verrà effettuato con Falcon 9, porterà in volo anche il Lunar trailblazer smallsat della Nasa, che orbiterà intorno alla Luna alla ricerca di ghiaccio e la missione Space weather follow-on L-1 della Noaa, per monitorare il meteo spaziale. Durante il lancio, inoltre, verranno presentate due missioni scientifiche delle Nasa ancora da selezionare. 

L’accordo tra Nasa e SpaceX prevede un investimento di 109,4 milioni di dollari, cifra che coprirà i costi del lancio e altri costi legati alla missione. Questo è solo l’ultimo di una serie di contratti che coinvolgono l’Agenzia e la compagnia di Elon Musk, tra i quali possiamo ricordare quello per il lancio della missione Double asteroid redirection test, previsto nel 2021, per Imaging X-ray polarimetry explorere smallsat e per il lancio della sonda Plankton, aereosol, cloud, ocean ecosystem.

Immagine in evidenza: Sonda Interstellar mapping and acceleration probe della Nasa che verrà lanciata su un Falcon 9 nel 2024 insieme a diversi payload secondari. Credito: Nasa

Exit mobile version