Site icon Global Science

Osiris-Rex incontra Bennu

Mancano poche ore all’incontro tra Osiris-Rex e Bennu. Nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 ottobre, quando in Italia sono scoccati 12 minuti dopo la mezzanotte, ecco che la sonda della Nasa discende puntualissima sull’asteroide attorno cui sta orbitando da quasi due anni. In questo tempo Osiris-Rex ha studiato Bennu da tutte le angolature possibili, ne ha fornito una mappa a 360° e ha aiutato gli astronomi a scoprire dettagli fondamentali sulla geologia e la composizione di un asteroide che a malapena raggiunge l’altezza di un grattacielo e che si trova a oltre 320 milioni di chilometri da noi. Adesso la sonda è pronta ad accarezzare la superficie dell’oggetto che ha così attentamente studiato dall’alto.

Tutto ha inizio poco prima delle 20 italiane, quando Osiris-Rex accende i propulsori per uscire dalla sua orbita attorno a Bennu. A quel punto ha inizio la discesa verso Nightingale, una zona rocciosa di circa 16 metri di diametro nell’emisfero settentrionale di Bennu. Una mappa del rischio guida la navicella durante il suo progressivo avvicinamento: come si vede in questa immagine, le zone verdi sono ottimali per il touchdown, mentre quelle rosse sono considerate rischiose. La Nasa ha calcolato che le probabilità che Osiris-Rex atterri in un punto potenzialmente pericoloso sono inferiori al 6%, ma in quel caso è comunque stato progettato un sistema automatico di dietrofront.

Se invece tutto va come previsto, si inaugura la cosiddetta fase touch-and-go, operazione visibile in diretta a partire dalle 23 italiane di martedì sul sito e sul canale YouTube della Nasa. Dopo circa un’ora, eccoci giunti al momento più delicato: la sonda si posa sulla superficie di Bennu e il suo braccio robotico estrae un campione dell’asteroide – almeno 60 grammi, ma se possibile anche di più – per poi allontanarsi di nuovo. Il prelievo di materiale da un asteroide, impresa ad oggi tentata con successo solo dalla sonda giapponese Hayabusa 2 sull’asteroide Ryugu – permetterà di svelare tasselli fondamentali della formazione del nostro sistema planetario.

Segui qui la diretta dell’incontro tra Osiris-Rex e Bennu

 

Exit mobile version