Site icon Global Science

SpaceX raggiunge quota 100

SpaceX a quota 100 . Lo scorso 24 ottobre il razzo  Falcon 9 della compagnia  si è staccato dalla piattaforma di lancio di Cape Canaveral e ha messo in orbita – 63 minuti dopo il liftoff –  altri 60 satelliti della costellazione Starlink portando a termine la missione numero 14 del programma. Il primo stadio del vettore, riutilizzato per la terza volta, è atterrato sulla  chiatta-drone Jrti (Just Read the Instructions) collezionando l’undicesimo successo.

Si tratta della terza missione Starlink in meno di due settimane che va ad aggiungersi a quelle del 6 e del 18 ottobre. Ora l’azienda di Elon Musk può contare su un totale di 895 satelliti, di cui 55 sono andati distrutti rientrando in atmosfera. Musk ha dichiarato che SpaceX avrebbe avuto bisogno di almeno 400 satelliti funzionanti per garantire la copertura internet minima e di 800 per una più ampia. Ora questi numeri sono stati raggiunti e superati e  – se tutto procede come previsto – la commercializzazione dei servizi verrà avviata entro la fine dell’anno in alcune zone del Canada e degli Stati Uniti. L’obiettivo finale sarà quello di arrivare a 12 mila unità in grado di garantire un servizio di connettività a banda larga per coprire anche gli angoli più remoti del globo.

Mentre i lanci di Starlink si susseguono con successo le altre partenze targate SpaceX si fanno attendere. Il lancio della navetta con equipaggio Crew-1  – programmato per il 31 ottobre – è stato rimandato al momento a metà novembre per un problema al motore Merlin del Falcon, ancora sotto osservazione. Il Merlin verrà utilizzato anche per il lancio del satellite per l’osservazione della Terra Sentinel 6 fissato per il 10 novembre dal sito di lancio della Nasa a Vandenbergh, in California.

Il centesimo lancio dell’azienda include i 95 effettuati con il Falcon 9, tre con il Falcon Heavy e due con il Falcon 1. SpaceX conta anche tre lanci falliti con il Falcon 1  mentre uno dei Falcon 9 è stato distrutto nel 2016 da un incendio durante un test di accensione di  routine, sulla piattaforma di lancio di Cape Canaveral.

 

Exit mobile version