Site icon Global Science

Salto perfetto e atterraggio col botto per SN8

Primo volto ad alta quota per SN8. Il prototipo numero otto della navetta Starship di SpaceX si è staccato dalla piattaforma di Boca Chica in Texas ieri notte, alle 23.45 italiane. SN8 ha volato per un totale di sei minuti e quaranta secondi raggiungendo un’altezza di 12,5 chilometri. Nel dettaglio i tre motori Raptor responsabili della spinta, hanno funzionato regolarmente ma la parte finale – ovvero l’atterraggio in verticale – si è concluso con un’esplosione, probabilmente dovuta a un problema di bassa pressione nell’alimentazione dei propellenti che tuttavia non ha influito sulla buona riuscita del test.

Nel dettaglio i tecnici di SpaceX hanno affermato che la prova ha dimostrato gran parte degli obiettivi prefissati, quali il funzionamento dei motori, la quota, l’assetto planato con controllo aerodinamico, la riaccensione dei motori e il ritorno verso la zona di atterraggio predisposta. SN8 è l’ultimo di una linea di prototipi sviluppati da SpaceX per il suo sistema di lancio riutilizzabile per carichi pesanti che avrà il compito di portare l’uomo sulla Luna e su Marte.

Due veicoli precedenti, SN5 e SN6, hanno effettuato ciascuno dei brevi voli della durata di circa un minuto ciascuno denominati ‘hop’ rispettivamente ad agosto e a settembre: entrambi hanno raggiunto quota 150 metri prima di atterrare.  Nel frattempo il lavoro non si ferma e a Boca Chica si sta già ultimando il prototipo nove. La produzione andrà avanti, secondo quanto affermato da Musk, almeno fino al numero 15 in attesa del lancio e dell’atterraggio perfetto.

Exit mobile version