Site icon Global Science

Axiom annuncia la prima missione spaziale tutta privata

Un equipaggio spaziale per una missione interamente privata. Che il mondo dello spazio stesse cambiando rapidamente lo abbiamo scritto in più occasioni ed oggi ne abbiamo una ulteriore riprova.

Axiom Space ha infatti annunciato che il volo Axiom Mission 1 (Ax-1), organizzato in base a un accordo commerciale con la NASA per la creazione di una stazione orbitante privata, si avvarrà del Crew Dragon di SpaceX, la navetta spaziale voluta da Elon Musk completamente automatica che prevede l’intervento umano solo in casi di emergenza.

Non che l’equipaggio di Axium Mission sia privo di esperienza, anzi. A guidarlo Michael Lopez-Alegria, un astronauta della NASA in pensione che ha trascorso quasi 260 giorni in quattro missioni precedenti. Per lui, all’età di 63, sarà la prima occasione per visitare e abitare la Stazione Spaziale Internazionale

Con lui Larry Connor, un imprenditore immobiliare e tecnologico americano, che ha pilotato più di 16 velivoli diversi e ha gareggiato nel Campionato Nazionale Acrobatico degli Stati Uniti. Sarà il pilota della Crew Dragon e il primo astronauta privato a pilotare una missione spaziale orbitale. Non solo ma a 71 anni, Connor diventerà la seconda persona più anziana a volare nello spazio (superato solo dal compianto John Glenn, che fece il suo secondo volo spaziale all’età di 77 anni). Responsabile di The Connor Group, una società di investimento in appartamenti di lusso con oltre 3 miliardi di dollari di asset, Connor ha anche co-fondato due società di tecnologia finanziaria e ha fondato The Connor Group Kids & Community Partners, che serve i giovani svantaggiati nelle comunità in cui opera The Connor Group.

A bordo anche Eytan Stibbe, un uomo d’affari ed ex pilota di caccia israeliano e Mark Pathy, un investitore e filantropo canadese. Eytan Stibbe sarà il secondo israeliano nello spazio dopo Ilan Ramon che perì nella tragedia dello shuttle Columbia nel 2003.

La missione Axi-1 dovrebbe essere lanciata all’inizio del prossimo gennaio 2022

Exit mobile version