Site icon Global Science

Una galassia sproporzionata

L’ultima ‘diva’ che ha posato per Hubble si trova nella costellazione del Pegaso, ad una distanza dalla Terra di circa 164 milioni di anni luce ed è nota per il suo aspetto asimmetrico: si tratta di Ngc 7678, una galassia a spirale barrata che presenta un braccio molto prominente.

L’immagine è un collage, realizzato con differenti scatti del telescopio Nasa-Esa nel visibile e nel vicino infrarosso; a effettuare le riprese, come sempre, è stata la fotocamera Wfc3 (Wide Field Camera 3). I colori dell’immagine si basano sui dati ottenuti tramite quattro differenti filtri.

Le dimensioni di Ngc 7678, scoperta nel 1784 da William Herschel, sono simili a quelle della Via Lattea; la galassia ha un diametro di circa 115mila anni luce.

Questa entità è nota anche con altre sigle alfanumeriche, come Leda 71534, Ugc 12614 e Arp 28. Quest’ultimo codice si riferisce ad un catalogo dedicato a 338 galassie con delle particolarità, “The Atlas of Peculiar Galaxies”, realizzato nel 1966 dall’astronomo statunitense Halton Arp. In questo repertorio, Ngc 7678/Arp 28 fa parte di un gruppo di galassie, che comprende anche altri 6 esemplari, accomunate dal fatto di avere un braccio sporgente.

Hubble, che lo scorso anno ha celebrato trent’anni di attività nello spazio, è stato lanciato il 24 aprile 1990 con lo Shutlle Discovery (missione STS-31) e due giorni dopo è stato liberato nel cosmo dal braccio robotico della navetta. Primo telescopio spaziale della sua tipologia, Hubble è ancora in attività e passerà il testimone al telescopio Webb, il cui lancio è previsto il 31 ottobre 2021.

Exit mobile version