Site icon Global Science

Di Pippo: serve consenso sulla gestione del traffico spaziale

Ha preso il via ieri – 7 settembre – a National Harbor (Maryland, Stati Uniti), la Conferenza Satellite 2021. L’evento, che quest’anno celebra il 40esimo anniversario di attività per promuovere l’industria satellitare, si è concentrato sulle sfide poste da questo settore in continua espansione.

Alla giornata di apertura della conferenza ha partecipato anche Simonetta Di Pippo, Direttore dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico, con il keynote speech dal titolo Space in the United Nations: Towards a Sustainable Planet.

Secondo quanto riportato da Spacenews, la principale sfida per lo spazio del futuro identificata da Di Pippo è raggiungere un consenso internazionale sulla gestione del traffico spaziale. «C’è un enorme bisogno di stabilizzare le operazioni spaziali globali attraverso nuove norme e un consenso multilaterale. Dobbiamo rendere le attività a prova di futuro ora, per fornire un ambiente spaziale sicuro e sostenibile per domani», ha sottolineato.

L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico è pronto ad assistere la comunità internazionale per rendere questo obiettivo possibile. «Siamo tutti consapevoli della necessità di un meccanismo di coordinamento operativo e consolidato – ha detto di Pippo. – L’Ufficio per gli affari dello spazio extra-atmosferico può contribuire ad aumentare la consapevolezza su questo tema, promuovere l’innovazione e aiutare a sviluppare soluzioni».

Durante il suo intervento, Di Pippo ha anche sottolineato l’importante ruolo dello spazio nel monitoraggio dei cambiamenti climatici, tra i problemi più urgenti che la comunità internazionale è chiamata ad affrontare.

 

Immagine in apertura: Simonetta Di Pippo, Direttore dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari dello spazio extra-atmosferico (Crediti: UNOOSA)

Exit mobile version