Site icon Global Science

Inaugurato il centro Neocc dell’Esa a Frascati

Asteroidi sotto controllo dalla Terra e dallo spazio. Questa mattina è stato inaugurato il nuovo centro dell’Esa Near-Earth Object Coordination Center (Neocc) situato nella sede dell’Esa/Esrin di Frascati. Il centro si occuperà di monitorare le orbite di asteroidi e comete nel Sistema Solare e valutare la minaccia rappresentata dagli oggetti che si avvicinano alla Terra. «Il nostro nuovo Neocc e le sue attività –  afferma il direttore generale dell’Esa Josef Aschbacher – sono un importante strumento di cooperazione internazionale, che riflette il carattere globale dei pericoli che tutti noi affrontiamo a causa degli asteroidi».

Il nuovo sito servirà anche come principale hub per i dati di osservazione del telescopio Flyeye dell’Esa, il primo dei quali è ora in fase di assemblaggio e integrazione, a Milano. Il Centro è infatti il ​​punto di accesso centrale a un’intera rete di fonti di dati e fornisce informazioni cruciali sull’orbita degli asteroidi, monitoraggio dell’impatto, analisi dei rischi e molto altro ancora. Contribuendo e coordinando le osservazioni di asteroidi e comete nel Sistema Solare, il Neocc valuta e monitora anche la minaccia rappresentata da eventuali oggetti che si avvicinano alla Terra, proponendo misure di mitigazione se necessario, alle agenzie spaziali e alle istituzioni governative.

«Con l’inaugurazione di un Centro di Coordinamento Neo in Esrin, è stato raggiunto un traguardo importante – afferma il presidente dell’Asi, Giorgio Saccoccia – la difesa planetaria è una priorità per l’Italia, come testimoniato anche dalla partecipazione al primo esperimento di deflessione di asteroidi attraverso le missioni Dart, LiciaCube ed Hera. Il nostro Paese sostiene sin dall’inizio i programmi dell’Esa dedicati alla sicurezza spaziale come opportunità per valorizzare le competenze mondiali della comunità scientifica italiana che opera sul rischio asteroide. Nel corso degli anni, l’Esa ha promosso l’avanzamento di questo settore grazie all’impressionante lavoro di un team di esperti altamente qualificati. Meritano il bellissimo ambiente logistico all’avanguardia che viene inaugurato oggi all’Esrin: è un chiaro segno che siamo sulla strada giusta nel percorso di cura del nostro pianeta e dei suoi cittadini».

 

Exit mobile version