Site icon Global Science

Due galassie in connessione

Due vicine impegnate in una manovra spericolata: sono la maestosa galassia a spirale Ngc 7753 e la sua piccola compagna, di tipo lenticolare, Ngc 7752. Le due entità, che si trovano nella costellazione di Pegaso a circa 220 milioni di anni luce dalla Terra, sono le vedette dell’ultimo scatto di Hubble.

Una scia luminosa, ben evidente nell’immagine, sembra legare le due galassie che stanno sperimentando un vero e proprio ‘tiro alla fune’ cosmico, dovuto all’attrazione gravitazionale. Secondo gli astronomi, questa prova di forza potrà avere due esiti, ugualmente nefasti per Ngc 7752: la galassia più piccina sarà completamente inghiottita dalla sua vicina prepotente oppure verrà scagliata via nello spazio intergalattico.

La ‘strana coppia’ è nota anche con il nome collettivo di Arp 86: la sigla indica che è stata inserita nel catalogo astronomico The Atlas of Peculiar Galaxies. Questo repertorio, realizzato nel 1966 dall’astronomo statunitense Halton Arp, è dedicato a 338 galassie che presentano delle peculiarità.

Hubble ha osservato Arp 86 nell’ambito di una mappatura dedicata allo studio delle connessioni tra le stelle bambine e le nubi di gas freddo in cui esse si affacciano alla vita. Lo storico telescopio Nasa-Esa, per questa attività, ha lavorato in sinergia con il radiotelescopio Alma; il loro sguardo elettronico si è posato sull’interno degli ammassi stellari e delle nubi di gas in varie tipologie di ambienti sparsi in galassie vicine. Gli studiosi contano di proseguire questo tipo di indagini con il telescopio Webb, il cui lancio è in programma il prossimo 18 dicembre.

In alto: la coppia di galassie Arp 86 (Crediti: Esa/Hubble e Nasa, Dark Energy Survey, J. Dalcanton)

Exit mobile version