Site icon Global Science

Scoperto in Cina il cratere da impatto più grande sulla Terra, con meno di 100 mila anni

Sino al 2020, il cratere “da impatto” più grande sulla Terra era stato individuato nella contea di Xiuyan, nella provincia costiera del Liaoning (Cina); inoltre, tra i crateri “da impatto” più rilevanti, sia per la sua età che per le dimensioni, v’è senza dubbio il Meteor Crater (in Arizona, Usa), formatosi circa 50mila anni fa e avente un diametro di circa 1,2 km

Nel luglio del 2021, stando a uno studio recente (pubblicato su Meterotics & Planet Science e intitolato “Yilan crater, China: Evidence for an origin by meteorite impact”) di un team di ricercatori guidato da Chen Ming (ricercatore del Gig – Guangzhou Institute of Geochemistry), nella catena montuosa di Lesser Xing’an (a nord-est della Cina, nella provincia di Heilongjiang) sarebbe stato individuato Yilan, ossia il cratere “da impatto” più grande sulla Terra (il suo diametro misurerebbe circa 1,85km).

Stando alle analisi eseguite sulla sua composizione geologica, il cratere, dalla caratteristica forma relativamente rara di mezzaluna, potrebbe essersi formato meno di 100 mila anni fa.

A conferma dell’origine meteoritica del cratere, v’è quanto emerso dalle suddette indagini; infatti, sono stati ritrovati: frammenti granitici che sembrano essere stati oggetti di fusione e successivo raffreddamento; ancora, frammenti rocciosi contenenti quantità di quarzo “scioccato”; infine, frammenti di vetro “trafitti” da minuscoli fori (questi dovuti a delle bolle di gas).

Crediti immagine: Nasa Earth Observatory 

Exit mobile version